-NON TACERO’- GIUNGE ALLA SESTA EDIZIONE

0
128

Si svolgerà questa mattina a Casoria, alle porte di Napoli, precisamente all’UCI Cinema, la sesta edizione di “NON TACERÒ”, rassegna sulla legalità che vede coinvolte scuole del territorio e persone che si sono distinte per far prevalere impegno e legalità. Quest’anno tra l’altro la rassegna coincide col trentesimo anniversario della morte di don Peppe Diana, sacerdote assassinato dalla camorra per il suo impegno contro la criminalità organizzata.  La formula rimane immutata seguendo lo schema che negli anni ha portato a premiare scuole di tutta Italia per i diversi lavori e le diverse tecniche utilizzate, dalla scrittura al cinema, dal giornalismo al teatro. Nelle cinque precedenti edizioni sono stati premiati tra gli altri sacerdoti come Aniello Manganiello e Maurizio Patriciello, scrittori come Maurizio De Giovanni, giornalisti come Nello Trocchia, Paolo Chiariello e Sandro Ruotolo, associazioni come la Dream Team e GRIDAS di Scampia e Un’Infanzia da Vivere del Parco Verde di Caivano come pure ARTUR della prof. Marisa Iavarone, musicisti come Daniele Sanzone (A67), Jovine, Ntó e Tueff e il gruppo dei  O’ ROM. In questa edizione gli ospiti premiati saranno lorenzo Diana, unico politico citato nel best seller Gomorra di Roberto Saviano, che lo descrive come un vero eroe della lotta alla criminalità organizzata, coraggioso e attaccato alla sua terra d’origine, già deputato della Repubblica; Federico Cafiero, De Raho, che nel corso della sua attività al servizio della giustizia ha condotto numerosi processi ed indagini giudiziarie contro la camorra, in particolare contro il clan dei Casalesi, L’8 novembre 2017 il plenum del CSM lo ha nominato, all’unanimità, nuovo Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo; Dario Vassallo, medico dermatologo,  fratello di Angelo, sindaco di Pollica, ucciso il 5 settembre 2010, oggi conosciuto da tutti come il “Sindaco Pescatore”; Tonino Palmese, presidente della Fondazione Polis, già responsabile di Libera in Campania, nuovo garante per i diritti dei detenuti del Comune di Napoli; Luigi Maiello, già comandante della Polizia Municipale finito sotto scorta per il suo impegno quotidiano sul tema della legalità; Biagio Chiariello, comandante della Polizia Municipale di Arzano, sotto tutela per il suo impegno quotidiano sul tema della legalità; Trisha Palma, artista nota per le sue opere di arte di strada; Sergio Gaglianese, vicepresidente delle Confassociazioni Real Estate; Mimmo Rubio, giornalista di Arzano finito nel mirino della camorra per il suo lavoro di inchiesta e denuncia della criminalità; lo scrittore FATY BA; Augusto Di Meo, testimone oculare dell’assassinio di don Peppe Diana, fotografo ed artista; Giannini Editore, casa editrice napoletana impegnata per la diffusione della cultura e della legalità; Luca Blindo, giovane rapper napoletano impegnato su temi sociali e particolarmente sostenuto dai giovani. All’inizio della giornata sarà proiettato il cortometraggio “Il solito pranzo” la cui regia è stata curata da Andrea Valentino, prodotto da PrimaQuinta, opera sulla memoria e sull’importanza della conoscenza della storia. I protagonisti sono uomini e donne che hanno lottato contro la criminalità organizzata.Tra gli interpreti del film c’è Giovanni Impastato, fratello di Peppino. Il premioe ha come direttore artistico il giornalista Antonio Trillicoso, come direttore tecnico il giornalista Sossio Barra e come direttore organizzativo il giornalista Salvatore Iavarone, che ha voluto portare a Casoria questa edizione del Premio. Diverse le scuole del territorio che saranno coinvolte. L’ ingresso è gratuito ed aperto a tutti.