Casavatore, punto e a capo: Finale di stagione insicuro

0
12

Casavatore, punto e a capo

Ultime scaramucce della stagione sportiva agonistica che si completerà con alcuni tornei a cui i nostri team parteciperanno per tenere vivo il desiderio di poter continuare con la stessa passione  le attività sportive pur avendo una carenza di impianti in cui svolgere regolarmente le varie discipline.

Certo che solo con la palestra di via Michelangelo è stato oltremodo difficoltoso programmare  intensamente  gli eventi.

Ora sembra che un’altra palestra, quella storica di via San Pietro, che fu definita la Romeo Bernabeu negli anni floridi dello sport casavatorese, possa essere utilizzata quanto meno per la pallavolo, a ciò prendiamo atto con soddisfazione la intelligente rivisitazione delle tariffe adottate dalla amministrazione comunale per l’uso delle strutture e questo, forse, comporterà un allargamento degli spazi a disposizione delle società.

Indubbiamente ci si attende sempre la completa funzionalità sia del campo sportivo che del palazzetto dello sport per dare impulso sia alle discipline che frenare la fuga dei nostri cittadini in altri paesi dove si sta godendo della chiusura di strutture sia a Casavatore che ad Arzano.

Una competizione impari, anche se questo non raffredda certamente gli entusiasmi delle società locali.

Stendiamo un velo pietoso sui funebri commenti che vengono da fuori paesi sulla destinazione finale delle strutture e della fine dello sport a Casavatore, avvoltoi mi sembra una appropriata definizione, un amico dice che iene è più consona, in entrambi i casi nemici di Casavatore.

Dobbiamo dire, in verità, che non abbiamo una macchina efficiente quindi anche se sei un Verstappen o un Leclerc, se non ai una squadra di bravi meccanici per far funzionare la macchina, non arrivi da nessuna parte.

Navigare in mari tempestosi   che si notano in vari settori della moderna società, c’è bisogno di un buon equipaggio di bravi mozzi e di esperti timonieri, siamo in grado di poter affermare che queste me6tafore non riguardano il nostro Comune?

Allora se ci siamo battiamo un colpo!

Le società sportive lo fanno da sempre, accogliendo non i campioni ma bambini/e, ragazzi/e ed adolescenti che vogliono migliorare i rapporti sociali con i coetanei e semplicemente divertirsi praticando una sana attività sportiva.

Questo è il messaggio degli sportivi casavatoresi chi può o vuole raccoglierlo fornirà un grande servizio per la crescita della città.

Nella foto lo stadio di Casavatore com’era un tempo!