AFRAGOLA: PROTESTANO I DISABILI

0
75

CRITICITA’ AVVIO IMMINENTE LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE 1° Circolo “G.   MARCONI”

 

Circa 10 giorni fa ho partecipato alla riunione con il Consiglio d’istituto della 1° Circolo Marconi di Afragola, in presenza anche del primo cittadino di Afragola e il tecnico del comune. La mia partecipazione, in qualità di rappresentante dei genitore degli alunni disabili del medesimo Circolo, nonché presidente dell’associazione Autismo Campania Onlus, era finalizzata a recepire informazioni inerenti alle criticità per l’avvio degli imminenti lavori di ristrutturazione presso la scuola e sulle strategie che l’ Amministrazione Afragolese avesse programmato per garantire il diritto allo studio di tutti gli alunni, in particolar modo quello degli  alunni con disabilità. Nella fase iniziale della discussione ho notato con rammarico una sorta di insofferenza da parte del Sindaco nell’ accogliere le varie proposte tese a scongiurare il pericolo di riorganizzare l’attività didattica in doppi turni e una profonda delusione nell’ appurare che quest’ultimo non ha palesato nessuna possibile strategia. Ho manifestato all’ intero Consiglio d’Istituto e al Sindaco che l’ipotesi dei doppi turni non deve essere presa per nessuno modo in considerazione, in  quanto va a ledere il diritto alla salute, visto che molti alunni disabili si sottopongono a trattamenti terapeutici proprio durante le ore pomeridiane, sicché diventerebbe impossibile conciliare i due impegni. E’ utile rammentare al primo cittadino che  noi genitori siamo obbligati a  garantire la presenza terapeutica, altrimenti rischiamo le dimissioni dei nostri figli  per non aver garantito l’efficacia del progetto individuale terapeutico. Oltre ai trattamenti terapeutici, gli alunni disabili spesso sono impegnati negli orari pomeridiani anche in attività ludico sportive (TMA, piscina etc) che sono altrettanto importanti per il loro sviluppo psico-fisico.

La delusione disarmante si concretizza nel pensare che l’ Amministrazione Afragolese avrebbe dovuto concretamente attivarsi per trovare una soluzione che potesse consentire a tutti i bambini di potere frequentare la scuola in modo naturale e confacente alla loro età, cioè in orario antimeridiano.

In ogni caso, anche per la rimanente parte si avrebbe una destabilizzazione della loro normale vita quotidiana, caratterizzata sino ad oggi da scansioni temporali precise e già assimilate, la cui variazione comporterebbe di certo gravi problemi di adattamento. Considerato che a distanza di 10 giorni non sono pervenute risposte da parte del primo cittadino, inoltrerò un’istanza allo stesso Antonio Pannone, invitandolo a far chiarezza sul  programma, che  la sua Amministrazione intende attuare per garantire i diritti di tutti i bambini e soprattutto quelli degli alunni con disabilità alla regolare partecipazione all’ attività didattica  conforme alla normativa scolastica.

 

Afragola lì 28/02/2024

Il presidente

Salvatore Cimmino