Arzano. La politica fa acqua da tutte le parti…….

0
61

Il nostro giudizio non è positivo su questa amministrazione , in due anni e mezzo  poche cose si sono fatte. Bisogna fare di più bisogna rilanciare il paese. Arzano deve riscattarsi. In atto c’è il PUC piano urbano comunale. Ma chi la visto ?  Se ne discute nelle sedi opportune ?macchè niente. L’ Associazione dei tecnici arzanesi chiedono incontri, ma tutto è fermo. Ma chi ha interesse ?  Noi crediamo che bisogna discuterlo con persone competenti ed coraggiosi. Abbiamo bisogno di una classe dirigente capace  pronta a risolvere i problemi. Ma vi pare normale che il centro storico arzanee cade a pezzi  e nessuno fa niente ? strade chiuse e la delinquenza la fa da padrona. In questi due anni e mezzo  di legislatura questa Amministrazione comunale si gioca il suo futuro. Se le cose rimangono così chiunque si candiderà manderà a casa questa Amministrazione. Siamo alle dolenti note: è il momento di fare il punto mensile sull’andamento dell’Amministrazione Aruta. La tentazione sarebbe quella di prendere uno qualsiasi degli articoli scritti nei mesi scorsi. Il nostro giudizio non è cambiato di una virgola. Un giudizio tutt’altro che positivo. Giudizio non positivo certamente non per prevenzione da parte della redazione di Prospettive. Non positivo neanche perché non si condivide un atto specifico. Semplicemente il giudizio nostro molto negativo perché questa amministrazione comunale continua a non fare assolutamente nulla. Siamo ormai arrivati a metà del cammino della Giunta Aruta, eletta nell’autunno del 2021. Siamo stati a lungo in attesa di qualcosa, di una decisione, per sbagliata che potesse essere, ma che in un modo o nell’altro provasse a cambiare le carte in tavola. E all’inizio siamo stati anche abbastanza benevoli, dicendo che era giusto per la nuova giunta avere il tempo di capire come stessero le cose. In realtà dopo quasi 10 anni di commissariamenti ininterrotti, i partiti avrebbero avuto il tempo di studiare i problemi. Era lecito attendersi un inizio coi botti, con tanti provvedimenti per risollevare la situazione. I classici primi 100 giorni in cui mettere in atto tutto quanto si era studiato negli anni precedenti. Invece… A distanza di 2 anni e mezzo cosa è stato fatto? Poco, pochissimo, quasi nulla. E la sensazione è che non cambierà nulla anche nella seconda metà di legislatura. Basta vedere cosa sta succedendo a proposito del PUC, il piano urbano comunale. E’ in ballo il futuro della cittadina. Sarebbe il caso di incontrare tutte le parti interessate, compreso le associazioni dei cittadini. Sappiamo che l’Associazione dei tecnici arzanesi da tempo freme per ottenere un incontro. Incontro che l’ Amministrazione  comunale al momento non sembra intenzionata a concedere. Noi la pensiamo diversamente, e lo diciamo da tempo. Per noi è il caso di coinvolgere tutti. Bisognerebbe aprire un tavolo con persone competenti e coraggiose, gente capace di risolvere i problemi. In alternativa andrebbe bene anche un’Amministrazione che procede a carrarmato, senza ascoltare nessuno, avendo un proprio progetto.  Nulla di nulla. Come su tutto il resto. C’è  un centro storico che cade a pezzo. Ma non interessa nessuno.