La selezione femminile entra tra le prime 8 d’Italia dopo 18 anni. Decimo posto per la maschile.

0
20
La selezione femminile entra tra le prime 8 d’Italia dopo 18 anni. Decimo posto per la maschile.
** La selezione femminile entra tra le prime 8 d’Italia dopo 18 anni. Decimo posto per la maschile. Pasciari: “Il Lunedì Selezioni ha avuto i suoi frutti: il progetto sarà riproposto e migliorato”
** Erano anni che le due selezioni non raggiungevano entrambe la Top Ten italiana. Nel 2006, la selezione femminile di Nica fu l’ultima a superare lo scoglio delle migliori 8, almeno fino ad oggi, all’edizione Calabria 2024, in cui le ragazze di Piscopo hanno centrato con merito le finali per il piazzamento 5°-8° posto. Un risultato straordinario che si va a sommare alla due giorni trionfale nel Trofeo dei Tre Mari, tenutosi nel weekend immediatamente precedente al TDR, in cui  si sono imposte come la migliore compagine del Sud.
La selezione maschile poi ha fatto eco alla femminile, con un decimo posto che per certi versi può essere definito sfortunato: con 2 vittorie nella Pool A (una in più dell’Abruzzo 8°) e soprattutto il 6° miglior coefficiente punti dell’intera Pool A (0,986), i ragazzi di Monfreda e Leone si sono ritrovati immeritatamente nelle finali del 9°-12° piazzamento. Riuscendo tuttavia a vincere la partita più importante: la semifinale contro Piemonte che valeva la riconferma nella Pool A per la prossima edizione.
REDORD E SORPRESE Il successo, in passato, era legato ad una generazione fortunata (i Libraro nel 2009 per la maschile, la De Gennaro nella femminile a metà anni 90), ma che entrambe le selezioni disputassero un Trofeo delle Regioni con questa competitività bisogna tornare molto indietro. Negli ultimi 10 anni la maschile è riuscita solo una volta a centrare l’8° posto (2018).
Oltre al piazzamento finale, le due selezioni portano con sé il ricordo di piccole imprese. Come il set vinto dalla Selezione Femminile in apertura di trofeo contro la Lombardia, che da allora non ha più perso un set fino alla sconfitta in finale contro il Lazio. Regione che le campane hanno affrontato, tra l’altro, in una doppia amichevole in preparazione al TDR,  battendola a sorpresa in una delle due sfide (3-0 e 1-2 i risultati). Commovente anche il percorso della maschile, in grado di realizzare rimonte insperate, come le vittorie contro Piemonte e Toscana dopo aver preso il primo set, oppure i 6 punti recuperati allo stesso Piemonte sul 4-10 per gli avversari al tie-break).
IL PROGETTO L’onda lunga del “Lunedì Selezioni” ha travolto molte regioni d’Italia che pensavano di avere vita facile con la Fipav Campania. Da ottobre scorso i selezionatori Massimo Monfreda e Antonio Piscopo, coadiuvati rispettivamente da Michele Leone e Raffaele Donnarumma, hanno iniziato a lavorare s’un gruppo di oltre 30 atleti. Più di 20 gare contro squadre senior (Serie D per la maschile, Serie C per la femminile) in cui ragazzi di 15 e 16 anni hanno iniziato a confrontarsi con i migliori atleti della regione e hanno messo alla prova le proprie abilità, imparando anche a conoscersi e a mantenere alta la concentrazione nei punti finali.
LA SPEDIZIONE Al seguito della spedizione campana c’erano per il CR Fipav Campania il Presidente Guido Pasciari, i consiglieri Gino Saetta ed Ernesto Avitabile, i factotum Luca Varriale e  Michele Russo, i presidenti territoriali Massimo Pessolano (CT Salerno), Gaetano Cinque (CT Caserta), Carmine Menna (CT Napoli), i selezionatori Antonio Piscopo, Raffaele Donnarumma, Massimo Monfreda e Michele Leone,  i selezionatori territoriali Guseppe  Preziosi, Domenico Di Nuzzo, Antonio Palermo.
————————————————————
** DICHIARAZIONI
Il selezionatore femminile Antonio Piscopo: ”Va dato merito alle ragazze per questo traguardo, senza dimenticare la vittoria del Trofeo dei Tre Mari. Ma la cosa che mi rende ancora più orgoglioso del nostro lavoro è di aver combattuto sempre ad armi pari con le prime della classe (la vittoria contro Piemonte e Friuli, 1 set con la Lombardia, le ottime prove con Veneto ed Emilgia Romagna). Ricordo ancora l’inizio del progetto Lunedì Selezioni quando faticavamo a giocare contro le squadre di Serie C per poi finire, al contrario, il campionato con tante vittorie”.
Il selezionatore maschile Massimo Monfreda: “Siamo partiti da una considerazione che abbiamo fatto con i ragazzi: non abbiamo centimetri, non abbiamo grossi schiacciatori, dobbiamo essere più squadra, molto forti in difesa, coprire palla, usare la testa. Questo ci ha consentito di uscire fuori da situazioni difficili. Resilienti e pazienti, questo ha inciso sul morale di avversari più alti e attrezzati e ci ha permesso di vincere partite impensabili.  Il progetto Lunedì Selezioni ha permesso tutto questo”.
Il presidente della Fipav Campania Guido Pasciari: “Un grazie alle nostre due squadre e ai nostri due staff. Erano anni che le nostre selezioni non raggiungevano entrambe risultati così importanti. Gran parte del merito va, oltre alla qualità dei nostri tecnici, alla scelta del Comitato di aver creduto nel progetto Lunedì Selezioni, che ha aiutato le nostre selezioni ad essere più consapevoli dei loro pregi e dei loro difetti. Non ci fermeremo qui: abbiamo in cantiere altre iniziative per accrescere il livello tecnico della pallavolo campana”.